Ossigeno Ozono Terapia di Sergio Pandolfi

Che cos’è l’Ozono Terapia? A cosa serve, chi la effettua, i benefici che ne derivano e le controindicazioni.

L‘ozono è un gas caratterizzato da instabilità, non può dunque essere conservato ma prodotto al momento del suo impiego; è naturalmente presente all’interno dell’organismo degli esseri viventi ed esplica diverse funzioni fondamentali per la vita.

Oggi si impiega come mezzo terapeutico nella cura di diverse patologie dimostrando una buona efficacia clinica, inoltre non presenta interazioni farmacologiche né effetti secondari o collaterali.

L’ossigeno ozono terapia è una macroterapia a largo spettro, anti-infiammatoria ed anti-invecchiamento, con effetto antinfiammatorio, analgesico e rigenerativo locale e sistemico, agisce a livello delle articolazioni, dei muscoli e degli organi interni : cervello, cuore, rene , polmone, visceri addominali, sistema vascolare.

Agisce in tutte le patologie croniche degenerative, riattiva il microcircolo in tutti gli organi ed apparati con maggiore cessione e migliore utilizzo di ossigeno e sostanze nutritive nei tessuti, riattiva il metabolismo cellulare.

L’ossigeno ozono terapia viene molto utilizzata con risultati eccellenti, nella terapia del dolore per le patologie dell’apparato Osteo-Articolare e Muscolo-Scheletrico, caratterizzate da spiccata sintomatologia dolorosa.

Il suo impiego è efficace nelle affezioni infiammatorie acute sia in quelle degenerative-croniche. I risultati ottenuti evidenziano una spiccata efficacia nell’artrosi della colonna vertebrale, nell’ernia del disco, nell’artrosi del ginocchio, nell’artrosi della spalla, nella periartrite scapolo omerale e nelle contratture muscolari dolorose.

A livello sistemico riattiva il metabolismo cellulare e l’eliminazione delle sostanze tossiche prodotte nelle cellule. Esercita una potente azione antiossidante attivando le funzioni enzimatiche protettive endogene delle cellule contro i radicali liberi perchè aumenta la trascrizione a livello del DNA degli enzimi protettivi contro i radicali liberi.

La sua somministrazione nell’organismo pur avendo un iniziale azione ossidante determina un iniziale e transitorio stress ossidativo, il potenziale redox del sangue e del plasma è costituito da più sistemi ad alta resa che cooperano tra di loro e sono efficaci nel contrastare l’iniziale azione ossidante dell’ozono che opera un vero e proprio “pre-condizionamento da danno ossidativo”, le sue concentrazioni terapeutiche non eccedono il potenziale antiossidante del sangue come ampiamente descritto nei lavori pubblicati nelle riviste scientifiche accreditate a livello internazionale.

Grazie a queste caratteristiche, a livello sistemico, è un valido aiuto nella prevenzione e nella terapia della cardiopatia ischemica, nella riabilitazione post-infartuale, nelle patologie cerebro-vascolari, nella prevenzione dell’ictus cerebrale, nell’insufficienza cardiaca, renale e respiratoria.

La riattivazione del microcircolo si accompagna all’aumento della deformabilità dei globuli rossi, all’incremento della produzione del 2,3 di-fosfoglicerato e della P50 standard, con relativo aumento della concentrazione dell’emoglobina ossigenata, il che comporta una migliore utilizzazione ed un maggior rilascio dell’ossigeno ai tessuti.

L’ossigeno ozonoterapia ha un potente effetto anti invecchiamento, aumenta la resistenza allo sforzo. Le cellule dell’organismo funzionano meglio e vivono più a lungo. Le sostanze infiammatorie vengono distrutte ed eliminate con le urine.

L’ozono è paragonabile al glucosio, sostanza indispensabile per la vita di ogni cellula, tessuto, organo e individuo vivente. Agisce bene costando poco e come ebbe a dire il Prof. Payr:

 

“Ciò che non può il farmaco e/o l’ossigeno, può l’ozono”

 

Le caratteristiche

L’ossigeno ozonoterapia è una terapia basata sulla somministrazione di una certa quantità di ozono nell’organismo, attraverso varie tecniche e, su alcune patologie, ha permesso di ottenere dei risultati terapeutici insperati, grazie alla sua azione antinfiammatoria, antidolorifica e di riattivazione del microcircolo, aumenta la disponibilità di ossigeno ai tessuti, riduce la viscosità ematica. Ha azione antiossidante, antinfiammatoria, antalgica e miorilassante, ha effetto antibatterico – fungicida – virus statico.

L’ossigeno ozonoterapia, per la sua proprietà di riattivazione del microcircolo con maggiore cessione di ossigeno agli organi e ai tessuti, è un valido aiuto nella cardiopatia ischemica, nella prevenzione dell’infarto del miocardio, nella riabilitazione post-infarto, nelle patologie cerebro-vascolari per la prevenzione degli attacchi ischemici transitori e dell’ictus cerebrale, nell’insufficienza renale e respiratoria, nell’ipertensione polmonare e nella bronco pneumopatia cronica ostruttiva.

La riattivazione del microcircolo è dovuta all’aumento della deformabilità dei globuli rossi, all’incremento della produzione del 2,3 difosfoglicerato con aumento significativo della concentrazione di emoglobina ossigenata, migliore utilizzo e rilascio di ossigeno agli organi e ai tessuti.

Per le sue proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti migliora la circolazione sanguigna nei pazienti affetti da arteriosclerosi a livello dei vari distretti corporei: aorta e grossi vasi, cuore, cervello, rene, retina e arti inferiori.

 

“In questo senso si può dire che l’ossigeno ozonoterapia ha una funzione protettiva multiorgano.”

 

Per la sua azione sul microcircolo è utile anche nella maculopatia degenerativa della retina, nella cefalea a grappolo e vasomotoria.

Ha azione anti invecchiamento (Anti-Age) aumenta la resistenza allo sforzo. La terapia è indicata nelle arteriopatie periferiche degli arti inferiori, per il suo effetto positivo sulle condizioni di insufficiente apporto di 02, nelle arteriopatie obliteranti caratterizzate da claudicatio intermittens, con dolore, cianosi e gravi alterazioni trofiche.

Questa terapia è anche indicata nel trattamento delle malattie venose, ulcere sia da decubito che vascolari dove si somma, all’effetto disinfettante dell’ozono, l’azione trofica e la riepitelizzazione dei tessuti.

L’ossigeno ozono terapia viene utilizzata con risultati molto buoni, nella terapia delle patologie invalidanti e dolorose osteo-articolare e muscolo-scheletrico, caratterizzate da intenso dolore e deficit funzionale. La sua applicazione è efficace nelle patologie infiammatorie acute e croniche, nelle patologie degenerative e nel dolore da contrattura muscolare.

L’ossigeno ozono terapia è curativa ed estremamente efficace nell’artrosi della colonna vertebrale, nell’ernia del disco vertebrale, nell’artrosi dell’ articolazione del ginocchio, delle spalle, delle mani e dei piedi. L’ossigeno ozono terapia interrompe il circolo vizioso caratterizzato da: alterazione morfologica, dolore, contrattura muscolare antalgica, rigidità articolari, deficit funzionale.

L’ozono riduce continuamente la sintomatologia dolorosa, facilita il rilassamento delle fasce muscolari coinvolte con un salvataggio di una generale flessibilità e funzionalità.

Nella ernie del disco e protrusione, lombare e cervicale, la risposta è una rapida regressione della sintomatologia del dolore, rispetto ad altri metodi tradizionali e con la chirurgia i vantaggi sono in particolare l’assenza di effetti collaterali e risultati molto elevati in breve tempo.

Questa procedura è stata validata nel corso della Consensus Conference dell’Istituto Superiore di Sanità nel novembre 2006. Raggiunge un buon risultato nel 85-90% delle malattie ed è approvato dal SSN in Lombardia, Campania e altre regioni.

Le vie di somministrazione della miscela di Ossigeno – Ozono

Locale: in sacchetti di plastica dove è fatta fluire la miscela O2/O3.

Sistemico: di solito è iniettato per iniezione intramuscolare, iniezione sottocutanea, iniezione intra-articolare, e insufflazioni rettale e vaginale.

Usando autoemoinfusione: esso consiste di un prelievo di sangue venoso in un sacchetto di plastica e lavorato con una miscela di O2/O3 e poi reiniettato.

Tossicità ed effetti collaterali dell’ossigeno – Ozono Terapia

Se questa terapia è ben fatta, non esistono importanti effetti collaterali; inoltre non causa alcun tipo di reazione allergica. Nel corso dell’ultimo anno, nonostante l’importante incremento dell’uso di questa terapia, esso non registra alcun effetto collaterale o indesiderato, e confirma la sua assenza di rischi. Essa non dà dipendenza.

Gli strumenti dell’ossigeno – Ozono Terapia.

Gli strumenti (MULTIOSSIGEN MED 98 HCPS, MED 95 CPS, MED 99 IR) per produrre l’ozono sono cotrollati per avere l’efficienza standard decisa dalla Società Scientifica di Ossigeno – Ozonoterapia. I protocolli SIOOT sono fatti da una grande esperienza clinica e una bibliografia nazionale e internationale.

Applicazioni mediche dell’ossigeno – Ozono Terapia

MEDICINA INTERNA: Arteriosclerosi – Epatopatie – Morbo di Crohn – Colite Ulcerosa – Osteoporosi – Artrite Reumatoide – Diabete e le sue complicazioni – Sclerodermia – Ipertensione Polmonare – Insufficienza Respiratoria – Insufficienza Renale.

MALATTIE VASCOLARI: Insufficienza venosa – Ulcera Diabetica – Ulcera Post-Trombotica – Ulcera Trofica – Arteriopatia Periferica degli arti inferiori.

CARDIOLOGIA: Cardiopatia Ischemica – Cardiopatia Ipertrofica – Angina – Infarto al Miocardio – Riabilitazione Post-infarto.

GERIATRIA: Demenza Senile – Malattie Infiammatorie Croniche – Dolore Cronico – Antinvecchiamento – Arteriosclerosi.

ANTINVECCHIAMENTO: Rivitalizza e aumenta la resistenza allo sforzo.

ANDROLOGIA: Disfunzione Erettile.

OCULISTICA: Maculopatia Degenerativa della Retina.

NEUROLOGIA: Cefalea Tensiva e Vasomotoria – Depressione – Patologie Neurovascolari – Cerebropatia Vascolare Multiinfartuale – TIA – Ictus – Sindrome da Stanchezza CronicaRiabilitazione Post ictus – Demenza Senile Precoce – Sclerosi Multipla.

NEUROCHIRURGIA: Ernia del Disco – Dolore Lombare e Cervicale – Lombosciatalgia – Cervicalgia – Cervicobrachialgia – Dolore Post-Operatorio da chirurgia della colonna vertebrale – Fibrosi Cicatriziale – IDROCEFALO.

ONCOLOGIA: Adiuvante nella Radio/Chemioterapia.

ORTOPEDIA: Artrosi – Reumatismo Articolare – Gonartrosi – Artrosi della spalla – Artrosi della mano – Traumi dell’Apparato osteo-articolare – Gomito del Tennista – Dolori Articolari delle mani e del piedi – Tendiniti – Contratture Muscolari – Dolore Miofasciale.

GASTROENTEROLOGIA: Morbo di Chron – EpatiteDisbiosi Intestinale – Colite – Colon Irritable – Intolleranza Alimentare – Ulcera Gastrica – Helicobacter Pilori – Emorroidi.

PNEUMOLOGIA: Insufficienza Respiratoria – Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (PPCO) – Ipertensione Polmonare.

FISIATRIA: Traumi dell’apparato locomotore – Azione Adiuvante durante la Riabilitazione Neuromotoria.

CHIRURGIA: Complicanze Infettive post-operatorie – Decorso pre e post operatorio

GINECOLOGIA: Processi infiammatori cronici e acuti dell’apparato genitale femminile – Infezioni virali della mucosa HPV – Herpes – Rigenerazione e rivitalizzazione delle mucose.

DERMATOLOGIA ESTETICA: Lipodistrofia (Cellulite) – Rivitalizzazione Facciale tramite riattivazione del microcircolo (Rughe) – AcneForuncolosi.