Mi chiamo EGLE BERTI ho 74 anni e da sempre sono una sportiva: nuoto, sci , camminate , negli ultimi 15 anni anche ginnastica posturale per tentare di contenere i dolori cervicali e lombari. Ma ultimamente questi dolori aumentano e decido di fare una risonanza magnetica alla colonna vertebrale e di andare da un ortopedico il quale diagnostica artrosi, osteoporosi , sindrome faccette articolari lombari ed ernia del disco. Mi consiglia tecar terapia e massoterapia. Inizio il giorno dopo con una fisioterapista vicino casa ma dopo la seconda seduta avverto dolore lieve al gluteo che si irradia alla gamba dx fino alla caviglia. Continuo per altre due sedute ma il dolore aumenta fino a diventare insopportabile, non posso stare seduta ne’ in piedi, riesco a trovare un po’ di sollievo solo a letto. Ovviamente interrompo la fisioterapia e con essa tutte le mie attività giornaliere. Non so cosa fare quando una mia amica mi suggerisce l’ossigeno ozono terapia da effettuare in base alle indicazioni di un  neurochirurgo, il  dott. Sergio Pandolfi , che  lei stessa aveva consultato per un problema alla spalla . Con un po’ di diffidenza il 10 luglio telefono al dott. Sergio Pandolfi il quale, sentendo la mia sofferenza, mi dà appuntamento per la visita nel pomeriggio stesso.
Diagnosi : ernia del disco e sindrome delle faccette articolari e sacroileite destra.

Inizio subito la terapia che continuo tutti i giorni per una settimana, e gia’ alla terza sento il dolore alla gamba diminuire ed all’ottavo giorno scompare completamente. Persiste però il dolore nella fascia lombare ed il dr.Pandolfi, verso cui ormai ho una fiducia illimitata, mi consiglia un piccolo intervento indolore e non invasivo di neurolisi alle faccette articolari, che decido di affrontare il 24 luglio. Il giorno dopo l’intervento cammino, mi piego, guido la macchina senza alcun tipo di dolore.

Grazie di cuore unitamente alla mia profonda stima per il I Dott. Sergio Pandolfi, non solo per avermi dato la possibilità di ricominciare una vita normale, ma soprattutto per la gentilezza, cortesia,il sorriso, la competenza e la passione per il suo lavoro che scioglie ogni paura e sfiducia. Ringrazio moltissimo la sua assistente Christine ovvero “CRI” che con tanta pazienza ci cura e ci assiste in ogni necessita’.